Serie D
sabato 7 febbraio 2009
Ata non brilla, il Bolzano ringrazia

Michela Fronza, centrale atino al servizio (De Benedetto)
Michela Fronza, centrale atino al servizio (De Benedetto)

Brutta sconfitta quella maturata questa sera al PalaBocchi. Al di là del risultato infatti - il Bolzano ha chiuso la contesa in tre set (20-25,14-25,23-25) - le atine sono scese in campo senza le giuste motivazioni. In una gara in cui sarebbe stato possibile imporre il proprio gioco - nella meta campo opposta infatti il Bolzano non è apparso irresistibile - le aquilotte sono apparse eccessivamente contratte e prive di quella "spregiudicatezza" che Lorenz aveva chiesto in settimana. Al di là di qualsiasi considerazione tecnica, il problema dell'Ata - quantomeno in serie D - appare soprattutto mentale: dall'approccio eccessivamente timoroso alla gara, alla gestione "frettolosa" delle situazioni chiave della partita, passando per la mancanza di continuità di gioco nel corso della gara. Sulla stessa falsariga, è possibile analizzare anche il match di questa sera: ottima parte centrale di primo set coronata da uno spettacolare recupero vanificato però negli scambi successivi, seconda frazione da dimenticare, brutta parte centrale di terzo venticinque ma finale in crescendo.
Incitata dal festoso pubblico casalingo l'Ata schiera inizialmente Bottura e Angelini schiacciatrici, Fronza e Zeni centrali, Tamanini opposta all'alzatrice Sconosciuto: libero Martina "lupo" Mottes. Parte subito forte il Bolzano, tanto che Lorenz sul 2-6 (dopo tre ace consecutivi subiti) è costretto a chiamare il primo time out. Sin dai primi scambi si capisce come la battuta sarà la chiave del match: sia Ata che Bolzano infatti non convincono in ricezione (e sarà così nell'arco di tutti in tre set). Nella parte centrale del set l'Ata trova il giusto equilibrio e, grazie anche ad un incisivo turno di battuta della Bottura, anche una pesante serie di break-point. Nell'ordine un attacco della stessa Bottura, un muro ed un attacco della Fronza, un fuori asta avversario ed un attacco da posto 4 della Angelini riportano l'Ata davanti (15-14). Dopo il break avversario, proficuo anche il servizio della Fronza: la prima battuta della numero 30 permette alla Tamanini di chiudere di prima intenzione su una palla mal ricevuta dalle avversarie, la seconda è un ace diretto (18-17). L'Ata ha qui il demerito di non spingere sull'acceleratore, facendo risorgere il Bolzano che anche grazie a due ace di fila (in seguito la Lorenz entrerà per la Mottes) si riporta avanti, senza più permettere alle atine di recuperare.
Da dimenticare il secondo set, che le avversarie vincono senza il minimo sforzo. L'Ata, oltre a soffrire incredibilmente in ricezione nella prima parte della frazione (l'1-8 è il primo cambio palle), totalizza ben 13 errori punto,tra attacchi e battute out. Da segnalare nel corso del set l'ingresso della Ioriatti e della Gasperini, che partirà titolare anche nella frazione successiva.
Terzo set che inizia con un'Ata più tenace ma sempre sotto (4-7). I rimproveri di Lorenz scuotono le atine che con un doppio break si riportano sotto: il 6-7 è preciso quanto raro (l'opposto gialloblu infatti è stato pochissimo servito questa sera) attacco della Tamanini. Equilibrata la parte centrale, con le bolzanine sempre in crisi quando dietro la riga del si presenta la Fronza (suo l'ace del 9-10). Un attacco della Zeni (11-14), peraltro ben arginata questa sera dal muro avversario, ed uno della Bottura (13-15) sono gli unici squilli atini della parte centrale del set: l'inerzia poi pende decisamente verso Bolzano, che fugge fino al 15-20. Due attacchi della Gasperini accorciano la distanza (18-21), ma le avversarie sembrano in perfetto controllo del set. Sembrano, perché sul 19-24, una serie di bombe della Tamanini danno inizio ad un'insperata rimonta; un attacco della Gasperini, due ace consecutivi della Tamanini ed un attacco di prima della Zeni riaprono in set (23-24). Ma nello scambio successivo è Il Bolzano a fare suo il match.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri