Serie B2
sabato 6 luglio 2013
Il sogno è realtà: la Studio55 Ata è promossa in serie B1

Il PalaBocchi è pieno. I tamburi suonano. Le mani applaudono. L'arbitro fischia l'inizio. Non serve fare la cronaca di questa vittoria. Non serve descrivere l'andamento di questo 3-0, il più importante. Non serve dire che la Studio55 Ata ha saputo lottare fino all'ultimo secondo, come aveva dimostrato già più volte in campionato. Serve però ricordare quell'ultimo attacco, quello che si è schiantato contro il muro del capitano, Elena Prandi. Quello che ha preceduto di un istante tre fischi dell'arbitro. Tre fischi che vogliono mettere fine alla regina delle partite della stagione 2012/2013. Quelli che decretano ufficialmente che Elena Prandi, Anna Mezzi, Chiara Bottura, Giorgia Corradini, Jessica Ceschini, Francesca Fontanari, Sabina Dalla Torre, Elena Filippi, Francesca Festi e Sara Gasperini, con l'aiuto, durante questi playoff, di Caterina Segantini e Chiara Pedrotti, sotto la guida di Marco Mongera, Alessandro Zucchelli e Michele Berti hanno raggiunto il loro obiettivo: la promozione in B1.

Il pubblico esplode, le ragazze delle giovanili scendono in campo con le più grandi per festeggiare. Poi sono solo abbracci, lacrime, urla di gioia, spumante, foto, un tuffo davanti al pubblico, altre foto, altre urla, altre lacrime e altri abbracci. Come colonna sonora non poteva mancare "We Are The Champions" dei Queen reinterpretata da tutte le atine.
L'Ata Trento Volley conquista la B1 sudandosela, è proprio il caso di dirlo. Dal primo fischio d'inizio nella prima gara di regular season fino a quei tre fischi finali.
Non serve una cronaca per questa partita, serve solo un enorme GRAZIE a questo gruppo che ha saputo emozionare il proprio pubblico, l'ha fatto divertire e, forse, qualche volta, un po' soffrire ma l'ha sempre coinvolto in ogni azione e, ciliegina sulla torta, l'ha premiato conquistando questa promozione. GRAZIE a chi ha creduto e seguito queste ragazze nella loro impresa. GRAZIE a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di un sogno.

Coach Mongera chiude la stagione dicendo: "questa promozione in B1 vale doppio, vale doppio perché è stata conquistata con una maggioranza di atlete provenienti dal vivaio di Ata, perché tutte le atlete che ieri erano in campo erano trentine, nessuna professionista, solo atlete che hanno tanta voglia di giocare a pallavolo. Questa vittoria deriva dal lavoro di tante persone appassionate, in primis Alessandro Zucchelli e Michele Berti, il primo che lavora sulla squadra quanto e più di me senza mai cercare un briciolo di visibilità e se le atlete sfoderano certi colpi, certamente il merito è più suo che mio, Michele invece, quest'anno, ha fatto un lavoro eccezionale sia a livello di studio della tattica che a livello di analisi della tecnica della singola atleta. In palestra poi c'è un aiuto importante di una persona competente come Roberto Prandi che, con discrezione, sa sempre dare il consiglio giusto. Vanno ringraziati però anche i dirigenti che hanno contribuito a questo successo, Roberto Bortolotti, Giorgio Moser e la Presidentessa Emanuela Conforti che ha sempre creduto nella politica di Ata ed ha saputo attendere con pazienza che la macchina generasse i risultati di cui oggi possiamo godere, promozione in B1 ed a livello giovanile finalisti provinciali in tutte le categorie, dalla under 13 alla under 18. Naturalmente tutto questo non si sarebbe potuto realizzare senza l'importante collaborazione del centro Kinesi di Paolo Brol ed in particolar modo del nostro fisioterapista Mattia Zambaldi che molto spesso è stato chiamato a risolvere delle missioni impossibili. Poi c'è il pubblico, un grande pubblico capitanato da Lorenzo Dalrì e dal suo tamburo, sempre presenti anche nelle trasferte più lunghe, un vero settimo giocatore in campo. Questa vittoria è anche frutto della lungimiranza di altre società trentine che hanno collaborato con Ata mettendo a disposizione giocatrici di primo livello. Un ringraziamento particolare in questo senso va alla società Pallavolo C9 che ci ha garantito la disponibilità di una giocatrice di qualità come Giorgia Corradini e dalla quale, otto anni orsono, arrivò anche la nostra fantastica capitana (Elena Prandi) ma anche alla Pallavolo Levico dalla quale viene Francesca Fontanari ed alle altre società che hanno collaborato. Infine ci sono le ragazze, le vere protagoniste, le vere artefici di questa promozione, un gruppo di ragazze stupende, dalla prima all'ultima, tutte hanno contribuito ad ottenere questo risultato, sia chi ha giocato di più che chi ha giocando meno. Per la prossima stagione partiamo da una situazione già molto buona, non abbiamo bisogno di scendere sul mercato a cercare chissà quali giocatrici perché sono convinto che il gruppo possa reggere la categoria. Certamente cercheremo di riportare a casa giocatrici che già oggi disputano campionati di B1 o serie A2 tesserate con la nostra società come Pistolato e Bogatec e vedremo se potremo avere qualche altra new entry ma la nostra politica non verrà snaturata e partiremo dunque dalle atlete trentine o da atlete che verranno a Trento per studiare come è stato per le due veronesi Festi Francesca e Filippi Elena. A breve parleremo con le ragazze e la dirigenza inizierà a programmare la prossima stagione ma per quel che mi riguarda sono tutte da confermare. Ora le ragazze si meritano un periodo di riposo dove potranno cimentarsi nei tornei estivi mentre noi allenatori sotto la guida di Alessandro Zucchelli ed Alessandra Campedelli ci concentreremo sulla parte giovanile. Le giovani infatti, proseguiranno negli allenamenti fino a quando sarà possibile ed a luglio avremo il Camp estivo presso il circolo tennis di Ata (https://www.facebook.com/AtaVolleyVacanze)".

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,765 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri