Ata Volley
domenica 7 gennaio 2018
Walliance Ata Trento vs Carinatese TV 3-0

Sette leonesse quelle che si sono imposte con un secco tre a zero nella prima partita del nuovo anno …e come delle leonesse le ragazze della Walliance Ata B1F della hanno difeso il territorio punto su punto non lasciando scampo alla Carinatese salita a Trento certa di far punti. Una gran prova di carattere, una gran bella risposta alle avversità …una gran bella partita al di la del risultato positivo.
Vista la concomitante finale della coppa TAA la Walliance si è presentata a questa importante partita con la sola formazione base a disposizione; in panca solamente il secondo palleggiatore e il secondo libero oltre ad una convalescente Bogatec. Si parte dunque con Bortoli al palleggio, Pedrotti opposta, Bottura e Paoloni ai lati, Testasecca e Tasholli al centro e Eccel libero.
Partono forti le ospiti nel primo set ma le padrone di casa non mollano e rispondono colpo su colpo riuscendo a raggiungere le trevigiane sul 19 pari per poi lasciare le avversarie a 20 e chiudere il set.
La seconda frazione e tutta di marca bianconera che in completo controllo porta a casa il primo punto della partita con il medesimo punteggio 25 a 20. E si va al terzo, fotocopia del primo con un finale più tirato e con la mossa vincente di coach Mongera che sul 22 a 23 per le ospiti sostituisce in battuta una bravissima Tasholli con Bogatec (45 giorni dopo l’intervento!) mandando in fibrillazione il povero fisioterapista che in apnea vive gli ultimi tre punti vincenti delle ragazze di via Fersina.
Una vittoria che vale tanto e che ha dimostrato ancora una volta come si possono ribaltare pronostici e valori in campo con la determinazione e la voglia di fare bene.
Mongera nel dopo partita parla della gara: “…era una partita molto importante per noi, fare un tre a zero in questo modo con Bogatec ancora fuori è stata proprio una bella cosa, questi punti ci servivano come il pane per ritrovare serenità e per farci capire che anche con tutte queste assenze possiamo dire la nostra con tutti. Nella prossima contro Vicenza ci aspetta una partita molto difficile, sono certo che daremo il massimo e con la Boga che sta recuperando iniziamo a vedere un po’ di luce dopo tutto il buio di dicembre. Sono molto contento delle due “bambine” (Tasholli e Eccel ndr.) e pensando che abbiamo giocato in sette possiamo dire che questa vittoria vale doppio.”
Appuntamento quindi in quel di Vicenza sabato 13 gennaio alle ore 20.30 al Palasport di via Ferrarin.

La Final-Four della coppa TAA vedeva protagonista la Walliance STUDIO55 ATA Serie C, le semifinali vanno in scena la mattina a Sopramonte, dove le giovani atine si trovano ad affrontare un Torrefranca preparato e battagliero, ansioso di ribaltare la sconfitta in campionato subita un mese prima.
Il match parte subito in salita e qualche ingenuità di troppo fa sì che le avversarie riescano a portare via sia il primo che il secondo set, a questo punto però il gruppo capisce di dover reagire e con grandissima caparbietà lotta punto su punto per ribaltare la situazione.
È così che la formazione capitanata da Hueller da il via ad una grande rimonta capace di infiammare i numerosi sostenitori sugli spalti. Dopo un’ora e quaranta minuti di gioco il tabellone riporta un risultato per molti inatteso: 2 a 2. Il tie-break vede diversi ribaltamenti di fronte e sembra doversi trascinare ad oltranza ma alla fine sono difesa e contrattacco gli elementi che permettono alla formazione di Bort e Martinelli di strappare una meritatissima vittoria e la finale del pomeriggio.
La finale mette a confronto le due squadre più forti tra le partecipanti alla manifestazione: Walliance STUDIO55 Ata e Lagaris Volley in un palazzetto della Vela caldo e con una cornice di pubblico veramente notevole.
Le giovani atine si trovano fin da subito sotto pressione e vengono messe all’angolo dalla compagine lagarina; la prestanza fisica e l’esperienza permettono alle avversarie di portarsi subito avanti ed in breve chiudere la prima frazione. Il secondo set presenta lo stesso canovaccio e solo la terza frazione vede le giovani bianconere combattive al punto giusto e disposte a sacrificarsi su ogni pallone ma non sufficiente per evitare la sconfitta.
Il secondo posto nella Coppa Trentino Alto Adige è un piazzamento valutato ottimo dai coach Bort e Martinelli, risultando essere il massimo risultato ottenibile.
Si ritorna ora con la testa al campionato, avendo fatto tesoro di questa grande esperienza.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri