logo Ata Volley logo Walliance
Serie B2

Contro Vicenza vittoria in tre set e salvezza certa

Tre punti in cassaforte e permanenza in categoria a un solo punto di distanza. Con il successo in quattro set sul Vicenza alla Walliance Ata servirà strappare un solo punto nelle prossime due giornate contro Orgiano o C9 Arco Riva per essere certa di rimanere in Serie B2.

Oppure basterà che il Team Volley 2007 lasci anche un solo punto nella sfida contro il Bassano di sabato prossimo e l’Ata sarà comunque salva. Manca solo la certezza matematica, ma si può tranquillamente affermare che a meno di combinazioni molto improbabili (se non al limite dell’impossibile) anche la prossima stagione le ragazze allenate da Mongera disputeranno il campionato di Serie B. Un traguardo minimo, tanto che ieri non c’è stata alcuna festa, ma poi diventato a dicembre una priorità dopo le due sconfitte consecutive proprio contro Vicenza e Orgiano.
La partita contro le venete è iniziata male, causa una difesa troppo leggera sui contrattacchi delle avversarie. Sistemate le cose in seconda linea, le atine hanno giocato meglio e, pur sbagliando qualcosa di troppo al servizio, nel secondo set hanno controllato la partita, usufruendo anche di qualche errore gratuito della squadra ospite. Ancora una volta si è distinta Eliskases (19 punti di cui 3 muri e 4 ace) così come Carosini (12 punti a referto), mentre hanno faticato di più Maines D’Acquisto, Falcucci e Margoni, che si sono alternate in posto 4 e che hanno messo a terra nove palloni in tutto.

La cronaca

In avvio del match coach Mongera lascia in panchina Bertoldi e Falcucci a favore di Ghiotti e Margoni e conferma tutte le altre. Le prime battute sono tutte per le ospiti, che sul servizio di Digonzelli (top scorer dell’incontro con 20 punti) vanno sul 3-10. La risposta è affidata a Eliskases che dai 9 metri oltre a due ace non consecutivi riporta sotto l’Ata (9-10) ma il turno in battuta di Martinez fa ancora più male e frutta il parziale di 0-7, che segna il set a favore del Vicenza. Carosini ed Eliskaes provano la rimonta (19-21), che non si concretizza per due errori consecutivi del posto 4 in maglia neroviola che agevola le venete.

Al rientro in campo Maines D’Acquisto prende il posto di Margoni e si fa subito notare. Con Carosini, Ferracci (muro) ed Eliskases (ace) l’Ata diventa subito irraggiungibile (12-3). Altri due muri dell’opposto di casa ampliano il divario (19-9) e consentono un finale tranquillo.

Due ace di Andreis (6-10) all’inizio della terza frazione fanno temere il remake del primo set, ma non è così perché il Vicenza si scioglie, commette errori in serie e concede all’Ata un parziale di 8-0. Un attacco da posto 2 di Eliskaes e altri due svarioni avversari mandano ancora più avanti le padrone di casa (21-14), che ipotecano anche questo periodo chiusosi poco dopo con un errore al servizio di Roviaro.

Il quarto set rimane in equilibrio fino al 5-5, poi la neoentrata Falcucci con Zanei dà la prima accelerata. La stessa Falcucci mette a segno un ace e poco dopo Bertoldi si fa sentire a muro (10-6). L’Ata gioca sulla spinta dell’entusiasmo e il Vicenza non può fare nulla per fermarla. In poco tempo si passa sul 14-7 (ace di Bertoldi) e sul 19-10 prima di due punti di Carosini che chiudono periodo e partita.

Il tabellino

Non disponibile per preferenze cookies. Vedi su Youtube.

Fotografie di Riccardo Giuliani

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,543 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri

Foto e Video